Positano premia la danza
Léonide Massine

44^ edizione, 9-11 settembre 2016

La 44^ edizione del Premio Massine vedrà ancora una volta Positano trasformarsi nella ribalta del grande spettacolo dedicato ai più noti ma anche ai più nuovi protagonisti della danza internazionale.

Si rinnova così, fra le quinte naturali della Divina Costiera, l’appuntamento con l’arte tersicorea: una tradizione che, forte delle sue radici storiche e delle alte professionalità messe in campo, è in grado di raccogliere le sfide della modernità.

Spesso vizi e fragilità organizzative e qualitative minano l’offerta culturale in Italia. Positano, con il Premio Massine, si distingue garantendo ormai da molti anni un alto livello nelle scelte artistiche e nella realizzazione dell’evento. Tutto ciò quest’anno si rinnova, grazie al lavoro prezioso della Direttrice Artistica Laura Valente – alla guida del Premio dal 2015- e di Alfio Agostini, critico e operatore stimato nel mondo della danza, che nel 2011 ha saputo dare un nuovo volto all’evento instaurando la formula della giuria internazionale, perfezionandola nel 2012 con una rosa di premiati prestigiosa e tornando quest’anno in veste di presidente dell’autorevole giuria del Premio Massine.

Il progetto di quest’anno è ambizioso: mantenere intatta l’identità del Premio lanciando allo stesso tempo la visione di una rete di sistema che mette in relazione per la prima volta i premi dello stesso genere più prestigiosi del mondo: il Prix Benois de la Danse di Mosca, il Prix Ballet2000 di Cannes, il Premio dell’International Ballet Festival of Miami (USA) ed il Premio Equilibrio di Roma. Con la presenza a Positano dei rappresentanti di queste istituzioni, si inaugura un sistema di scambi culturali e artistici che darà i suoi frutti sul lungo periodo, alimentando uno scambio di grande rilevanza e, ne sono sicuro, di gran successo.
Interessante è pure
la mostra fotografica di Francette Levieux, specialista di balletto di fama internazionale, che ha dedicato parte del suo lavoro alla lunga carriera di Vladimir Vassiliev riassumendola in circa quaranta scatti.

Ancora, un docu-corto sull’intenso rapporto che Rudolf Nureyev instaurò con Positano, acquistando le isole dei Galli. Il corto è frutto del progetto “Positano Winter & Young”, avviato nel 2015 con la collaborazione di Teche Rai, dell’Università Suor Orsola Benincasa, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e con la media-partnership del Corriere del Mezzogiorno. È un’iniziativa, questa, che ha visto tra l’altro l’attività del Premio Massine allargarsi nel periodo invernale e coinvolgere nuove e giovani professionalità e potenziali futuri talenti del nostro territorio.  

Insomma, nuove energie per garantire un futuro successo senza però perdere di vista un passato che ha fatto del Premio Massine uno dei massimi riconoscimenti in quella perfetta coniugazione tra fascino ed armonia che è il mondo della danza.

Michele De Lucia
Sindaco di Positano

 

 

Media partner:
corriere-bg-white
in collaborazione con:
2000px-Rai_Teche_logo.svg-2 11695005_10153150071854023_2557542130225170706_n-2 mctlogo-bg-white
logo_accademia dancing-post-logo